Ravioli e tortelli sono due varianti della pasta ripiena. Per quanto simili (a un occhio meno esperto), presentano in realtà molte differenze. A rendere ancor più confuso e complesso il quadro, come se non bastasse, ci pensano le diverse . La forma non è molto diversa da quella dei cappelletti, per cui si preparano allo stesso modo, con la differenza che la sfoglia ha uno spessore Più sottile e che la quantità di . Similmente ai ravioli , vi sono .

I tortelli come pasta ripiena sono conosciuti e cucinati in tutta la Romagna, dalle colline al mare. Quando si parla di agnolotto si pensa subito al Piemonte, terra dalle antiche e rinomate tradizioni culinarie, anche se in alcune zone della regione, nelle Langhe ad esempio, si usano . La mia non è una risposta scientifica. Io per ravioli intendo quelli quadrati e tagliati con la rotella dentellata, per tortelli intendo quelli con la pasta tonda e ripiegata in due mezzelune , magari chiuse e con un ripieno più abbondatante . Elisa- Saporidielisa Ravioli o agnolotti?

Quali sono le effettive differenze tra questi due termini? Premetto che lo scopo di questo articolo non è assolutamente fare una ricerca filologica. Lei sostiene che sono la stessa cosa, ma secondo me qualcosa .

I ravioli hanno, grossomodo, una forma a quadrato o tonda, mentre i tortellini hanno una forma a nido. La differenza tra ravioli e tortellini è nella forma della pasta. Esistono però delle varianti e delle denominazioni parecchio diversificate: mezzelune, agnolotti, cappelletti, cappellacci, tordelli, pansoti, anolini . Inoltre, gli agnolotti tipici del Piemonte cambiano nome fuori da questa regione ( ravioli , tortellini e tortelli ). In realtà, erano (e sono) ottimi espedienti per riciclare ingredienti che altrimenti sarebbero andati perduti (scarti di carne di bovino, maiale o salumi, verdure) . Dovremo rassegnarci a credere che il tortellino bolo- gnese sia migliore di quello modenese. Anche la seconda sfida sulla bontà del do- rato ombelico fra cuochi e cuoche geminia- ni e petroniani è finita con la vittoria dei nostri cugini. Ci consoliamo soltanto per- ché lo scontro, mettendo in . I ravioli del plin nascono nel territorio delle Langhe, del Monferrato e del Roero nel Novecento come una variante del classico raviolo quadrato, qui si usa chiamarli al femminile raviole.

Ogni volta che qualcuno nel mondo dice che tortellini e cappelletti sono la stessa cosa, un ferrarese muore dentro. Se i tortellini se li contendono tra Bologna e . Non stupitevi, gentili lettrici, di questo piatto. Quando si parla di mostarda ci si trova sempre di fronte al grande dilemma: parliamo di “mustard” o “moutarde” oppure di “mostarda italiana”? Eh si, perché la differenza è sostanziale.

Praticamente in tutto il mondo quando si usa il termine “mostarda” si intende quella che noi chiamiamo senape, ovvero . Generalmente di forma quadrata o rotonda, presentano numerose differenze nel ripieno. Possono essere di carne o di magro con ricotta ed erbe come sono fatti più comunemente nel Lazio, nelle Marche e in Toscana.

Realizzati in altre forme, i ravioli possono prendere il nome di agnolotti, tortelli , fagottini, . A livello storico tuttavia si può quantomeno avanzare qualche ipotesi sulla loro . Sempre in Lombardia, a Cremona, il raviolo tipico è il “Marubino”, e a Mantova si fanno i tortelli di zucca con gli amaretti. In Emilia “ Tortelli ” e “ Tortellini ” sono ripieni del famoso .