Frantoio oleario tradizionale. Il Ciclo di lavorazione del frantoio si divide in fasi essenziali: defogliazione e lavaggio olive, frangitura, gramolatura pasta olive, estrazione olio, separazione, stoccaggio. Il frantoio con sistema ciclo continuo deriva dal fatto che è costituito da un insieme di macchinari collegati in continuità tra di loro e che esclude ogni interruzione nella lavorazione. Le fasi del processo di lavorazione delle olive sono: il.

I metodi di frangitura più utilizzati attualmente sono due: quello tradizionale, che determina un ciclo di lavorazione discontinuo e quello moderno, caratteristico dei frantoi a ciclo continuo.

La loro caratteristica è quella di utilizzare le antiche ruote di pietra dette mulazze, adottate anche in quelli a ciclo continuo , per la fase della lavorazione chiamata frangitura, nella quale le olive vengono schiacciate. Per quanto riguarda invece la fase. Questo filmato presenta le varie fasi di lavorazione di un frantoio a ciclo continuo. Oggi i frantoi più moderni sono a ciclo continuo. Questo tipo di impianto si differenzia dal frantoio tradizionale dalla presenza del decanter che và a sostituire le presse del metodo tradizionale.

Tale trasformazione, attuata in una struttura detta oleificio, avviene in due fasi fondamentali: la macinazione della polpa e la successiva separazione della frazione oleosa . Nei frantoi a molazza i tempi di lavorazione sono intorno ai.

Tecnologia tradizionale. Schema di lavorazione secondo il ciclo tradizionale (pressa unica). Molazze (2-3) folli sul loro asse.

Dopo la raccolta le olive olive vengono collocate in adatti contenitori e trasportate al frantoio. In questa fase, anche il trasporto al frantoio è fondamentale: le olive vanno raccolte in cassettine singole per diminuirne gli urti. METODO MEDIANTE PRESSIONE: classico e antico, ha lo svantaggio di essere discontinuo. Olio di oliva metodo per pressione. FRANTOIO DEL TRIONFO Via S. Gli impianti SINTESI sono stati studiati per produrre oli ad alto contenuto fenolico nelle piccole e medie aziende.

Il frangitore è separato, dotato di inverter per la regolazione dei giri di frangitura. Il ciclo di lavoro può essere continuo o discontinuo. Si tratta del metodo classico che separa il mosto di olio dalle sanse attraverso una filtrazione per effetto della pressione progressiva. La pressione si attua con una pressa idraulica aperta disponendo la pasta di olive su strati alternati a diaframmi filtranti.

Il frantoio lavora seguendo il metodo del ciclo discontinuo a freddo con mole di granito. Le olive vengono normalmente conferite al frantoio in cassette di plastica.

Il primo utilizza per la frangitura le molazze di granito, la pasta che si ottiene si raccoglie nei recipienti detti fiscoli, poi si passa alla spremitura meccanica. Sicilia ed addirittura in Sardegna. LE CARATTERISTICHE DEI REFLUI OLEARI.

Le acque di vegetazione presentano una colorazione scura che può arrivare sino al nero e sono caratterizzate da un odore tipico, piuttosto intenso, che . Co- me anticipato ognuna di queste tre ma- crocategorie di frantoi genera una di- versa tipologia di sansa. I frantoi a ciclo continuo invece ge-. Proprio per questi motivi viene talvolta utilizzato anche dagli oleifici dotati di impianti di centrifugazione, pur presentando gli svantaggi di essere ingombrante e costoso e di svolgere un lavoro lento e discontinuo. Attualmente alcuni oleifici, che adottano il frantoio a molazze per la frangitura delle olive, si sono dotati di un. Sarebbe auspicabile una più . Con riferimento alla quantità di olive molite da ciascun frantoio , è stato possibile suddividere le aziende.

Il restante utilizza il classico sistema tradizionale discontinuo. Questo tipo di frantoio , detto anche a ciclo continuo, nasce soprattutto per velocizzare la lavorazione delle olive così da ottenere un prodotto di più alta qualità. Il frantoio tradizionale, detto anche discontinuo , è quello che utilizza le antiche ruote di pietra (dette molazze) che schiacciano le olive per pressione meccanica, .